I-fratelli-lampadina-e-la-cinemacchina

Nessuno immaginava che la storia del cinema potesse essere così divertente

finché non ha conosciuto le avventure della famiglia Lampadina:

seguendo le bizzarre peripezie di figli e nipoti

dei due inventori attraverseremo un secolo,

il ‘900, fino ad arrivare ai giorni nostri e

– di generazione in generazione –

assisteremo all’evolversi del mezzo cinematografico

in un viaggio di immagini e musica

che regalerà emozioni straordinarie.

Un breve quanto scatenato racconto sul potere del cinema,

– macchina di sogni e di idee, di storie di libertà e di propaganda –

fa da sfondo a questo spettacolo di allegra clownerie e animazione

dedicato ai più piccoli che vengono accompagnati

in un suggestivo viaggio dentro la forma d’arte tipica del ‘900

 

Buio in sala!

Nessuno immaginava che la storia del cinema potesse essere così divertente finché non ha conosciuto le avventure dei fratelli Lampadina (che poi è la traduzione in italiano dei Lumière) due inventori seri e tutti d’un pezzo che hanno inventato il mezzo più incredibile con cui l’uomo possa esprimersi: la macchina che mette in movimento le immagini, il CINEMA in una parola.

La loro prima proiezione di un film, a Parigi, nel 1895, resta famosa perché il pubblico era scappato a gambe levate di fronte ad un treno che veniva verso la sala a tutta velocità. L’immagine proiettata sulla parete era talmente reale da apparire minacciosa.

All’inizio della sua storia, il cinema era visto come una magia eppure si trattava di un mezzo tecnico: i fratelli Lampadina non avevano fatto altro che mettere a frutto le tante scoperte fatte dall’uomo nel corso del tempo: l’elettricità, il motorino dentato, le lenti, le lastre fotografiche… fatto sta che il successo fu immenso, tanto che da ogni parte del mondo tutti iniziarono a chiedere di vedere quell’invenzione straordinaria e partecipare allo spettacolo cinematografico!

Lo spettacolo I fratelli Lampadina racconta la storia di questa invenzione e – in forma di recital musicale – dipana la saga familiare dei Lampadina che dai due inventori francesi continua con le bizzarre avventure dei loro figli e nipoti, permettendo al pubblico di attraversare tutta la storia del ‘900 fino ad arrivare ai nostri giorni e – senza rendersene conto – ragazzi e bambini potranno conoscere sia il mondo del cinema che la storia più vicina a noi. Si assisterà, generazione dopo generazione, all’evolversi del mezzo cinematografico dal passaggio dal muto al sonoro, dal bianco/nero al colore, dalle risate dolceamare di Chaplin de il Monello alla diligenza di Ombre rosse nel west selvaggio, dalla rappresentazione della realtà di Ladri di biciclette alla fantasia più sfrenata della fantascienza di Guerre stellari. Il cinema è stato la forma d’arte per eccellenza del ‘900, e apriva gli orizzonti degli spettatori finché non lo hanno impacchettato in una scatola, chiamata televisione. E in seguito le immagini sono state ancor più rimpicciolite e infilate dentro i telefonini. Ma il potere delle immagini in movimento ancora sopravvive e… oggi i bisnipoti dei fratelli Lampadina stanno tentando di liberare le storie raccontate dal cinema per farle circolare liberamente nel mondo, come fossero semi di gioia, di conoscenza e di libertà.